11/08/19

Salvare la bambina


di C. Taliento


E c'era l'adolescente e c'ero io,
ci siamo guardate per la prima volta
ed eravamo la stessa persona
soltanto epoche diverse,
ma quei sogni...
oh, quei sogni! sempre quelli, sempre uguali.
Capita quasi mai di sorridersi
guardandosi indietro,
ma questo mare butta le sue onde nei miei occhi
e io sono qui a piedi scalzi sulla duna più alta
a fare due conti, mangiare liquirizia
a ragionare su quello che non torna
a sentirmi, dopotutto, grata
per aver mantenuto la promessa.

ad ammettere finalmente
che ho portato la me bambina in salvo
che in qualche strano modo
ce l'ho fatta.







2 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Portare in salvo il bambino in noi.
Sempre più difficile.
Sempre più esaltante.
Buona estate a te, bambina. :)

Il Ballo dei Flamenchi ha detto...

Grazie Nico, buona estate anche a te e al tuo bambino interiore 😃