26/11/17

Vuoto 142

di Cristina Taliento

Il mio telefono memorizza le note con “Vuoto” e poi il numero. Probabilmente è perché non inserisco il titolo, non so come si fa e poi che titolo vuoi mettere a delle righe scritte a caso mentre cammino scoppiando palloncini di chewing-gum rosa alla cannella. Non dovrei scrivere e camminare, soprattutto su strade autunnali, scivolose, tra spacciatori spettrali, bici sfreccianti, cani randagi. Dovrei stare più attenta, tenere gli occhi aperti.
Invece, ho la memoria piena di Vuoti numero 1, 2, 3... che se ne farà il mondo e cosa mai me ne farò io. Però, in un giorno in cui non avremo nulla da dirci, nè da scrivere o pensare, in un giorno in cui la legna da ardere sarà terminata, io probabilmente ti leggerò il Vuoto 142 che fa più o meno così:

Quando la finirai di parlare e tremare
e scaldarti tanto per ciò che non hai
per ciò che sei e non sei
calciando lattine vuote e indecisioni
che hai la velleità di chiamare oceani,
abbi perlomeno l’accortezza di notare,
mentre cammini bofonchiando
col cuore in gola e la luna storta,
quel bambino a quadretti e jeans
fermo nel buio di una strada inospitale
ad osservare annunci di gatti scomparsi.
Qualcuno se ne dovrà pur interessare,
qualcuno li dovrà pur cercare.
E se hai tempo e ti è rimasto del silenzio,
puoi fermarti a leggere anche tu
per toglierti dal centro del mondo
dal centro del centro del mondo
e poggiarti con le ginocchia sull’asfalto
per vedere se sotto le auto parcheggiate
ci sia un persiano nero
o un chihuahua con cappotto blu elettrico
su cui compare la scritta “Bob”.


6 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Trovo filosoficamente ed esistenzialmente molto giusto che un dannato telefonuzzo etichetti come "Vuoto" qualcosa che più Pieno non si può: pieno di intelligenza, sensibilità, dolcezza, talento, taliento...
I tuoi sono vuoti che riempiono.
Vuoti a rendere: rendere il mondo più bello.
Ciao!

Tomaso ha detto...

Cara Cristina, forse senza volere tu ai scritto dei versi! Si io li chiamo versi quasi poetici.
Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

A. ha detto...

Leggo sempre gli annunci di gatti scomparsi perché spero un giorno di trovare quello che non ho mai avuto.
Ciao Cristina. :)

Il Ballo dei Flamenchi ha detto...

@nicola: come sempre resto colpita dalla tua capacità di saper leggere quello che scrivo, con un alto livello di comprensione ed empatia capace di colorare le mie parole. Qui fa freddissimo e io ho mal di schiena, un abbraccio, a presto

@tom: grazie mille, un abbraccio anche a lei :)

@A: finalmente ti si rivede da queste parti! Ciao :)

Zio Scriba ha detto...

Mi prendo tutto l'abbraccio e te lo restituisco bello caldo, perché, curiosa coincidenza, anche qui non solo fa freddissimo, ma pure la mia schiena mi tortura...Chissà che la magia delle Parole non riesca nel miracolo di lenire il dolore a distanza. (Per certi tipi di dolore, succede già).

Santi Grasso ha detto...

Ehm... Quì sopra dice: "Lascia il tuo commento"
Questo spazio qui sembrava come il tuo vuoto 142 e quindi...

Ciao TheDoc, Io cerco... Se trovo un gatto nero te lo faccio sapere! :D.

ps: Splendide note.. Come sempre :).