31/10/10

Ritratto di un musico assorto

di Cristina Taliento (Suonatore di Liuto, Caravaggio; cm 94x119; olio su tela; San Pietroburgo, Museo dell'Eremitage)
Cupo e assorto fu il musicista e potei dir di lui chi fu senz'altro pallido si non fosse che potria corrère il rischio d'imitar il Montale Eugenio che con cotal parole descrisse il meriggio. Allor mi limiterò ad attribuirgli cupezza e pensieri; mai dunquè mi azzarderò ad arrecare pallido ardore alla suo viso d'angelico demonio. Or vi dirò di lui non già la verità, nè la menzogna. Dirò soltanto quello ch'io vidi e pensai sanza esercitare il pregiudizio o men che mai il diniego, giacchè fui colpita solamente dal suo sguardo basso e da come le sue dita solletico facean a quel mansueto liuto.

Vedete, io son persona che non cerca l'avventura, ma sa allettarsi con quel che trova in giro, dietro un angolo o un ulivo. Così io vidi, facendo dell'esempio, questo giovine che suonava il suo instrumento e seppur il desiderio debole non fosse, non seguitai a porgere domande.

Costui più che seduto, stava adagiato su lo sedile di un treno e io stavo di fronte ad egli con l'aria imbronciata di chi attende l'arrivo di panorami familiari.

Egli teneva appoggiato il liuto sulla sua gamba più alzata e con la mano opposta stringea una stilografica con la qual deliziava lo foglio della sua giovenil scrittura. Or io pensai ch'egli iscrivesse note o musicate parol e mi chiesi chi fosse l'amata alla qual quegli destinava l'amor suo. Avvenne ch'io divenni sempre più curiosa e per questo feci per alzarmi e inzuppai volontariamente l'occhio negli affari di quel musico troppo assorto. "Amai trite parole che non uno osava. M'incantò la rima fiore/amore, la più antica difficile del mondo."

8 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Pensieri misteriosamente amari.

Zio Scriba ha detto...

Mi posso permettere un fuori tema? Sarà una domanda da web-imbranato, ma dove e come ci si possono procurare quei meravigliosi ritratti di scrittori che arricchiscono la tua colonnina di destra, o sidebar che dir si voglia? Un giorno che ho tempo, vorrei ospitare anch'io nel mio blog tutti i miei preferiti!
Ciao! :D

Il Ballo dei Flamenchi ha detto...

@Adriano: potrebbe anche darsi

@Zio Scriba: impostazioni-design-aggiungi gadget-foto- carica.

Le immagini sono le più comuni trovate su Google. Buona ricerca!

Zio Scriba ha detto...

Grazie, sei stata gentilissima! Uno di questi giorni ci provo!

Zio Scriba ha detto...

Sulle prime mi dava "errore" e stavo quasi per arrendermi. Ma adesso mi ci sto divertendo come un bambino. Grazie ancora per la piccola consulenza. :)

amanda ha detto...

un giorno mi innamorai perdutamente su un treno di un bel volto barbuto che leggeva Don Chisciotte e mi feci un film in testa.

In realtà ora siamo amici, dopo due anni di comune pendolarismo estremo, e lui è comunque un interessantissimo archeologo.

Girare film mentali sui personaggi che popolano i vagoni di trenitalia è uno dei miei sport preferiti

Il Ballo dei Flamenchi ha detto...

@scriba: quando vuoi :)

@amanda: chissà magari un giorno ci incontreremo senza riconoscerci

Valentina ha detto...

Amai trite parole che non uno osava, m'incantò la rima fiore amore la più antica difficile del mondo. Sono tra i miei versi preferiti. Mi sanno tanto di anticonformismo. E anche tu, mia cara Cri! Sei una delle persone che stimo di più al mondo, e non è una vana lusinga... che interesse avrei a fartela? Ogni tanto spulcio il tuo blog: è meraviglioso e anche tu lo sei. Basti pensare agli autori che conosci, autori che ami... Autori che io ho solo sentito nominare qualche volta chissà dove. Ti ammiro molto, e sono sicura che nella vita riuscirai in ciò che vuoi! La tua determinazione traspira tra le righe... io la sento! Sei una persona fantastica!